Storia


Per farvi capire la storia di Monviert, prima vi devo raccontare la nostra storia.

Quando ero bambino, come tutti i bambini, sognavo di diventare qualcuno, di avere un buon lavoro, un’occupazione che potessi amare e che potesse rendere i miei genitori fieri di me.

Così ho iniziato a muovere i miei primi passi nel mondo con l’intenzione di trovare una passione da perseguire, tutta mia.

Passione” è una parola utilizzata per gli ambiti più disparati, spesso impiegata a sproposito, altre volte appiccicata forzatamente all’attività che le persone praticano quotidianamente, per giustificarne l’impegno. Io credo che la passione sia una forma di consapevolezza, perché ti fa capire chi sei realmente, nel profondo, permettendoti di conoscerti fino in fondo. Un giorno, proprio quando la stavo cercando, la mia passione mi ha trovato.

Ero ancora un ragazzino quando una persona vicina mi disse una frase che cambiò il mio modo di vedere il mondo. Avevo già capito che il mio futuro sarebbe stato legato alla mia terra, ma quelle poche parole mi permisero di capire che avevo preso la decisione giusta. Giusta per me.

 

 

Era una frase di Howard Thurman che recitava:

“Non chiederti di cosa ha bisogno il mondo,
chiediti ‘cosa mi fa sentire vivo?’
Quando troverai la risposta,
metti in atto il tuo piano.
Perché ciò di cui ha bisogno il mondo
sono persone capaci di sentirsi vive.”

E a me, la terra, mi fa, e mi ha sempre fatto, sentire vivo.

 

 

Su queste solide basi, nel 1950, è nata Monviert, ai piedi della chiesetta di San Giuseppe, di nostra proprietà da quando ho memoria, all’interno della quale si sono sposati tutti i membri della mia famiglia, me compreso. Tutto è iniziato dalla casa di pietra dei miei genitori, costruita da loro mattone dopo mattone, un po’ come la nostra azienda con i suoi appezzamenti. Nella stessa maniera abbiamo ampliato anche la struttura che ospita Monviert, ritagliandole lo spazio che merita.

Oggi la sede è una gioia per gli occhi, capace di trasmettere in maniera cristallina tutte le emozioni che vogliamo esprimere quotidianamente attraverso i nostri vini, perché nel tempo lo spirito è rimasto invariato, solo la passione è cresciuta, e continua a crescere.

Nata come Ronchi San Giuseppe, questa passione doveva essere tramandata ed esportata.
Così è stata contagiata tutta la famiglia, da me, ai miei figli, fino ai miei nipoti, superando di gran lunga i miei sogni di bambino.

Il nome Monviert ha origine proprio dalla chiesetta, che veglia sui nostri 87 ettari da secoli.
In friulano, la lingua che parla la nostra terra, significa “Monte aperto”: perché il “monte” che la ospita regala una visuale “aperta”.
Dalla sua sommità riesce a mostrare tutto l’amore che la mia famiglia ha seminato, e continua a seminare, in questa terra da tre generazioni.

Negli anni siamo cresciuti, assieme alla nostra passione.
E così è cambiato anche il mondo che ci circonda, attraverso la digitalizzazione e l’evoluzione dei metodi produttivi.
Ma per trasformare l’innovazione in reale miglioramento bisogna sapere con chi si ha a che fare: Madre Natura.

Lei, che ha sempre saputo regalarci dell’uva pregiata, e noi, sempre con grande rispetto, che l’abbiamo saputa coltivare e trasformare in vini di grande qualità, cercando di seguire la filosofia che muove Monviert:

 

NATURÃ DOCET,
TRADITIO CUSTODIT.

 

Perché è proprio così, la natura insegna, ma la tradizione deve saper custodire le sue istruzioni. Dalle grandi lotte contro le sue intemperie, fino alle grandi soddisfazioni date dai suoi frutti, fa tutto parte di un grande investimento, un investimento in tempo che ripaga con conoscenza e miglioramento, personale prima e aziendale poi.

Così, forti di questa consapevolezza maturata negli anni, abbiamo deciso di interpretare a modo nostro il termine “innovazione”, tenendo sempre presente il valore fondamentale che muove Monviert: il rispetto per la terra. Per questo abbiamo deciso di trasformare un rifiuto, come i tralci secchi, in una risorsa, riscaldando tutta l’azienda tramite la loro combustione, per trattare sempre con riguardo la natura e tutti i suoi frutti.

Un’evoluzione che nasce dall’ascolto della terra, la quale, giorno dopo giorno, ti insegna a prenderti cura di lei: ti mostra cosa è meglio fare, quando è meglio farlo e come. La terra è una compagna di vita e ti ripaga con la stessa moneta con la quale la tratti: ricambia il rispetto, ripaga le attenzioni e restituisce l’impegno.

Con la terra si può avere un rapporto alla pari, se hai la pazienza di ascoltarla, il desiderio di comprenderla e la forza di aiutarla a migliorare. Questo pensiero è il motore che muove la nostra famiglia. Per questo motivo trattiamo i nostri appezzamenti applicando una cura artigianale: acino per acino, come se fossimo ancora una piccola azienda.

Seguire una passione, la tua passione, significa onorare i tuoi valori fondamentali, significa rispettare te stesso. Ed è solo rispettando te stesso che puoi rispettare ciò che ti circonda. Le passioni si piantano e si coltivano, noi siamo usciti dalla metafora e l’abbiamo resa letterale, trasformando la storia di un’azienda in una storia d’amore, tra una famiglia e la sua terra.

 

Monviert.

Wine. Land. Love.

Franco Zorzettig

IL NOSTRO NUOVO INIZIO

Siamo orgogliosi di presentarvi Monviert, il nuovo inizio dell’Azienda Agricola Ronchi San Giuseppe.

Da oggi, sotto il nome Monviert, la nostra azienda evolve, anche attraverso una nuova linea di prodotti che incarnano la selezione dei frutti della nostra splendida terra: i Colli Orientali del Friuli.

La nostra famiglia vi aspetta per mostrarvi tutte le novità di questo nuovo inizio.

Monviert.
Wine. Land. Love.

SCOPRI MONVIERT